Al 33° FESCAAAL Muna di Warda Mohamed vince il Premio Speciale Cinit

È stato consegnato da Anna Culotta, inviata di www.nonsolocinema.com al 33°FESCAAAL, il Premio Speciale Cinit di 1000,00 € assegnato annualmente al cortometraggio africano in concorso con valore educativo che meglio approfondisca le tematiche della intercultura e della solidarietà fra i popoli. Il prestigioso riconoscimento è andato a Muna di Warda Mohamed. Muna è un’adolescente somala di seconda generazione che vive in Inghilterra e vuole sentirsi libera e seguire i propri sogni, esattamente come qualsiasi ragazzo e ragazza della sua età. La tragica notizia della morte del nonno in Somalia, che lei non ha mai visto né conosciuto, la mette di fronte a sentimenti nuovi, che la spingono a maturare e colmare la dualità in cui si sente scissa tra radici culturali e aspirazioni personali. Il premio è stato assegnato dalla giuria presieduta da Massimo Caminiti e composta da Neda Furlan (organizzatrice di eventi culturali), Orazio Leotta (direttore della rivista Cin&Media), Massimo Nardin (critico cinematografico e docente universitario di Teorie e tecniche del linguaggio audiovisivo) e Anna Culotta (giornalista e critica cinematografica).

Queste sono le motivazioni dell’assegnazione: “Per la profonda sensibilità con cui la regista traccia il ritratto di una ragazza – alla ricerca di un equilibrio tra radici e aspettative culturali, tra sogni e aspirazioni – in cui gli adolescenti di seconda generazione possano rispecchiarsi e identificarsi; – per la capacità di raccontare, nel tempo di un corto, con delicata precisione e all’interno delle sole mura domestiche, la grande piccola odissea vissuta dalla giovane protagonista con gli slanci, le incertezze, la presa di coscienza e la profonda maturazione che la porteranno a incastonare nella propria playlist tradizione e presente.”.