"UN ENFANT PERDU" DI ABDUL KHADIR NDIAYE È IL CORTOMETRAGGIO VINCITORE DEL PREMIO CINIT AL 27° FESTIVAL DEL CINEMA AFRICANO, ASIA E AMERICA LATINA PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Giovedì 06 Aprile 2017 11:15

Targa_Premio_Cinit_corto_africano_2017.jpg

 

La presenza del  Cinit al Festival del Cinema Africano, Asia e America Latina a Milano è stata coordinata dallla consigliera del Cinit Neda Furlan che nella cerimonia conclusiva ha consegnato il Premio CINIT e CEM – Mondialità che consiste nell’acquisizione dei diritti di distribuzione in Italia di un cortometraggio africano con valore educativo. La giuria composta da Massimo Caminiti, Neda Furlan, Massimo Nardin e Orazio Leotta ha conferito all'unanimità il proprio riconoscimento al cortometraggio "Un enfant perdu" di Abdou Khadir Ndiaye (Senegal, 2016, 19') con le seguenti motivazioni:

- per la capacità di raccontare, con luminosa e raffinata delicatezza, la piccola odissea di un bambino benestante di Dakar che abbandona la propria casa grigia e protettiva e, a passetti lenti ma costanti, si avventura nel mondo parallelo, sconosciuto e affascinante, della periferia; la quale, con i suoi piccoli e grandi abitanti, con i suoni che disegnano nuovi ritmi, con  i vivaci colori e la contagiosa genuinità, sembra aver atteso quel bimbo da sempre, come un angioletto che viene dal cielo e che desidera tornare a volare lassù;

- per la toccante prova, senza parole e con uno sguardo di disarmante profondità, del piccolo protagonista Ibrahima Ba, che sa trasmettere, con sorprendente spontaneità, lo spaesamento e insieme l'apertura all'altro;

- per il sogno di un bambino che scopre finalmente la vera amicizia e la possibilità di costruire una propria autentica identità

 
DIARI DI CINECLUB N° 49 - APRILE 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Lunedì 03 Aprile 2017 07:31

Sommario del n.  49  aprile 2017 di Diari di Cineclub

 

Ricordando Mino Argentieri, professore, amico e compagno: Alberto Castellano, Angelo Tantaro, Antonino Orlando, Cecilia Mangini, Enzo Natta, Franco La Magna, Gianfranco Cercone, Marco Asunis, Maria Procino, Nino Genovese, Nuccio Lodato, Paolo Minuto, Patrizia Masala, Roberto Chiesi, Marco Alessandrini (Sindaco di  Pescara), Stefania Brai, Ugo Baistrocchi, Vincenzo Esposito;

I Circoli del Cinema alla riscossa – 70 anni in circolo 1947 – 2017:

·         Per una nuova stagione di resistenza culturale. Luigi Cabras;

·         Cineclubismo 70 Años En Movimiento. Gabriel Rodriguez;

·         Storia essenziale della FICC. Valentina Origa;

·         Il corso residenziale della FICC di Cagliari. 2017.Raffaela Giulia Saba;

·         La FICC e IFFS scrivono: Caro MiBACT, caro DGC. Marta Manconi;

·         Documento FICC – IFFS. Marco Asunis, Julio Lamana;

Antonio Gramsci, la pedagogia e la sua idea di organizzazione culturale. Mar.A.;

Gramsci44. DdC;

Nel mondo grande e terribile (2017). Alessandro Macis;

Si inaugura la sala Rossellini nella Biblioteca di Viterbo. P.M.;

La ricotta di Pasolini: La "passione" e la tragedia dell'indifferenza. Enzo Lavagnini;

L'enfant sauvage (Il ragazzo selvaggio)- 1970 di François Truffaut. Demetrio Nunnari;

La filmografia italiana sulla Grande Guerra. Fernando Rizzo;

Un pomeriggio con Mizoguchi. Stefano Beccastrini;

Un delitto fatto bene. Luisa Saba;

Peg Entwistle. Virgilio Zanolla;

Di film, critica e intellettuali. Fabio Massimo Penna;

L'espressionismo tedesco da Caligari a Metropolis. Nino Genovese;

Poetica filmica ed estetica della contaminazione linguistica. Roberto Petrocchi;

Una sceneggiatura al Premio Solinas: Il giorno del giudizio come film a venire. Natalino Piras;

Morte e resurrezione. Il polittico di Issenheim. Mario Dal Bello;

Contaminazioni tra cinema e letteratura. Roberto Faenza a Cagliari. Elisabetta Randaccio;

Breve nota sul maestro Romeo Scaccia. Patrizia Masala;

La distribuzione e i film d'autore in Italia: il ruolo dei distributori indipendenti e quello delle associazioni del pubblico (circoli del cinema). Paolo Minuto;

Il presidente di Rive Gauche – Firenze, dopo aver letto in anteprima la replica di Paolo Minuto. Marino Demata;

A esil filo di speranze appesi. Il cinema del mèlo. Lucia Bruni;

Faccio musiche per film. Incontro con Marco Werba. Raffaella Fantauzzi;

Accordo di collaborazione tra Lucana Film Commission e Rete Cinema Basilicata. Enzo Saponara;

La migliore gioventù produttori cinematografici. Adriano Silvestri;

E' uscito Cineforum 562. DdC;

Pier Paolo, un uomo che amava la verità. Giorgia Bruni;

Ottobre 1917 e cinema sovietico: due rivoluzioni. Alexander Höbel;

EpProust si muove! Nuccio Lodato;

Mr Pùntila e il suo servo Matti. Giuseppe Barbanti;

Rosso Istanbul. Giulia Zoppi;

Un secolo al volo. Tiziana Voarino;

Salvare l'Europa dall'Europa. Alessandro Trigona Occhipinti;

Dall'innocenza alla "parola". Carmen De Stasio;

Arzach e il suo creatore, Moebius. Davide Deidda;

La televisione del nulla e dell'isteria (IVª). DdC;

TV, maneggiare con cura: istruzioni per l'uso. Antonio Loru;

La TV e la democrazia del nulla: non è mai troppo tardi. Massimo Esposito;

Parentopoli celeste! Dott. Tzira Bella;

Il gigante dai piedi d'argilla della televisione privata italiana. Andrea David Quinzi;

The Bad Kids. Eleonora Migliorini;

Io Claude Monet. Paola Dei;

Jannis Kounellis. Giovanni Papi;

Il labirinto di Westworld. Ilaria Lorusso;

Solitudine. Pia Di Marco;

Lemuri – Il bacio di Lilith. Denis Lotti;

Die – Iosonouncane. Giulia Marras;

Abbiamo ricevuto:

·         A morte i padri. Cinema e film negli anni della contestazione 1964-1976. Gianni Olla;

·         Guido Reni. Le armonie. Mario Dal Bello;

·         Autori alla ribalta. Paolo Micalizzi;

Omaggio. Tutta una vita. Un film del 1974 diretto da Claude Lelouch. DdC;

La vignetta "Poletti "Il lavoro? Meglio giocare a calcetto che inviare curriculum" è di Pierfrancesco Uva; L'illustrazione "Don Chisciotte – Uno sguardo sulle cose del mondo" di Giampiero Bazzu.

 

Schermata_2017-04-03_alle_09.36.25.png

 
RIPARTE IL MESTRE FILM FESTIVAL GIUNTO ALLA XX EDIZIONE PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Giovedì 30 Marzo 2017 11:10

Sul sito del Festival è possibile prendere visione del bando del concorso: nell’ambito della manifestazione il Cinit - Cineforum Italiano assegna un premio nella Sezione Videoforkids riservata ai video per ragazzi realizzati da giovani registi under 18 e dalle scuole di ogni ordine e grado. I criteri di valutazione dei video terranno conto della capacità di progettazione didattica, visuale e di sintesi.
L’Unicef – Comitato Regionale Veneto - valuterà l’assegnazione di un premio o di una menzione per quelle opere che maggiormente rispondono ai principi ispiratori della Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia.
Un’apposita commissione selezionerà in via preliminare le opere pervenute e potrà inoltre escludere dal concorso, a insindacabile giudizio, opere che risultino violente, razziste, pornografiche o offensive.

Novità di quest'anno, oltre a un premio riservato  ai documentari, è il Premio al miglior cortometraggio a tema veneziano per registi under trenta che mira a valorizzare, insieme alle capacità artistiche dei giovani registi, il nostro territorio.

Il termine per la presentazione delle opere cinematografiche per il MFF è il 31 luglio mentre la proclamazione dei vincitori tra i corti che saranno selezionati dalla giuria avverrà nel corso del festival che si terrà presso il Centro dal 16 al 18 novembre.

 

Qui è possibile scaricare gratuitamente il bando.

 

Logo 20MFF 1

 

 

 
SESTO E ULTIMO FILM DELLA MOSTRA CINEMATOGRAFICA XXII CINETICA "EBBRO DI ARTE E DI POESIA" PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Giovedì 30 Marzo 2017 08:58

Rionero in V. – Sesto ed ultimo film della XXII CinEtica “Ebbro di arte e di poesia” proposto dal CineClub Vittorio De Sica in programma al Centro sociale - sala Centro Anziani - giovedì 30 marzo ore 18:00 è TURNER diretto dal britannico Mike Leigh.

Di questo raffinato autore, CinEtica aveva già portato film intensi come “Segreti e bugie” e “Il segreto di Vera Drake”.  Con Turner, splendidamente interpretato da Timoty Spall, il regista si muove su un piano di lettura biografico del pittore paesaggista, che segue nell’età adulta. Nei primi dell'800 vede morire il padre cui era molto affezionato e rimane a vivere con la donna di servizio che lo aiuta nel lavoro. Amante delle donne ma poco incline a stabilire rapporti affettivi stabili o a impegnarsi in relazioni durature, viaggia molto per esporre e per ammirare quello che poi dipingerà. Un artista determinante nello sviluppo di quel particolare tipo di pittura. Turner è in sostanza un colosso dell'arte visiva e della sua vita Mike Leigh decide di affrontare unicamente l'ultimo periodo, quello in cui era già sufficientemente affermato da vivere il proprio status di pittore noto (con tutti i favori e i problemi che questo comporta).

 

La Mostra CinEtica rappresenta uno dei segmenti storici del "BasilicataCinema International FilmFestival", il lungimirante progetto congiunto di festival e rassegne di qualità lucani, che per il suo alto valore culturale, è patrocinato dalla Direzione Cinema del Mibact e dalla Regione Basilicata.

 

mr-turner-mike-leigh.jpg

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 157