DIARI DI CINECLUB N° 48 - MARZO 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Mercoledì 01 Marzo 2017 11:47

In questo numero:

 

Pasolini in Russia. Angela Felice;

La stagione della resistenza del pubblico e dei circoli del cinema. Angelo Tantaro;

Lettera al Direttore: A proposito della nuova legge sul cinema. Marino Demata;

La legge Franceschini va contro l'associazionismo. Pio Bruno;

Direttore Generale Cinema, non è il caso di mortificare. Roberto Merlino;

1947 | 2017. 70° dalla nascita della IFFS – International Federation of Film Societies. (Parte II). Julio Lamaña;

70 anni in circolo. Programma del corso residenziale di autoformazione a Cagliari. Ficc Sardegna;

FICC – IFFS 70 anni in circolo, scuola di democrazia e resistenza. Elisabetta Randaccio;

E io ti distribuisco anche Béla Tarr. Alberto Castellano;

La legge 330/17 sulla cultura cinematografica, la "Nova Visio Europea" e la "Unio Cinematographica et Audiovisualis". Roberto Venturoli;

Il valore dei circoli del cinema a Roma e dintorni. Leonardo Dini;

Squitieri. Il ribelle del cinema italiano. P.D.;

News dal SardiniaFilmFestival XII edizione. P.R.

Addio a Elio Girlanda:

-    La rarefazione di Elio. Ugo C. Caruso;

-   Con Elio a Campo de' Fiori. Angelo Tantaro;

-   La risata di Elio. Ugo Baistrocchi;

-   Da parte della FICC. Marco Asunis;

-   Elio e la via dell'arte e della creatività. Bia Sarasini;

Angelo Musco: un grande attore dimenticato. Giuseppe Curallo;

Luoghi che non esistono: la cineteca di Espiritu. Natalino Piras;

Vite da film. L'incredibile esistenza di Caravaggio. Fabio Massimo Penna;

Legami sonori: contatti tra il cinema e il radiodramma. Andrea Fabriziani;

Cell: un tentativo molto maldestro di emulare Hitchcock. Giacomo Napoli;

Nulla è per sempre (La democrazia tanto meno). Antonio Loru;

Il mondo di Marco Filiberti. Mario Dal Bello;

Le stagioni di Louise. Giorgia Bruni;

Casablanca di Michael Curtiz. Giuseppe Previti;

Musica e cinema – un matrimonio antico. Francesca Arca;

La La Land: jazz, baci, stelle e sogni a occhi aperti, torna la passione per il musical. La sfida del doppiaggio è sempre la stessa. Tiziana Voarino;

Una volta nella vita. Michela Manente;

L'Économie du couple - (Dopo l'amore). Giulia Zoppi;

Documentari storici: a 80 anni dalle Brigate Intenazionali in Spagna e dei medici umanitari. Natalia Fernández Díaz-Cabal;

Nel Mondo Grande e Terribile, il film di Daniele Maggioni. DdC;

Vita di Antonio Gramsci. Giovanni Turris;

Il doppio enigma di Arrival. Silvia Lorusso;

Al cinema anche per ridere. Lucia Bruni;

Gig Young. Virgilio Zanolla;

Il prezzo e il ritorno di Arthur Miller tra teatro e cinema. Nuccio Lodato;

 I've Discovered The Greatest Thing Online... Massimo Spiga;

Icona delle icone: il Volto Santo nel libro di Giuseppe Stefanelli. La scultura di Nicodemo, dai codici medievali allo schermo cinematografico. Maria Carla Cassarini;

Guido Strazza. Ricercare. Giovanni Papi, Viviana Quattrini;

Quando il Grande Gatsby assunse il volto malinconico di Alan Ladd. Stefano Beccastrini;

La FCA puzza! Dott. Tzira Bella;

L'umorismo tragico di Toni Erdmann. Giulia Marras;

L'insignificanza nel cinema. Carmen De Stasio;

Nuovo cinema italiano: l'urgenza di un Movimento/Manifesto. Roberto Petrocchi;

Le pellicole cinematografiche perdute. Andrea David Quinzi;

Papà Walt. Marco Vanelli;

E' uscito Cineforum 561. DdC;

La magia del cinema muto. Nino Genovese;

Il lato oscuro dell'anima. Massimo Esposito;

Human. Giuseppe Barbanti;

67° Berlinale. Simone Emiliani;

Il Michelangelo del fumetto: Tanino Liberatore. Davide Deidda;

Ho amici in Paradiso. Paola Dei;

House of Cards e The Young Pope: la contraddizione dei simboli del potere. Ilaria Lorusso;

La televisione del nulla e dell'isteria (IIIª). DdC;

Alla berlina. L'agenda satirica di Luigi Zara: A sto punto famolo senatore. A.T.;

Crowdfunding e azionariato sociale. Rinasce un cinema storico a Perugia. Fabio De Angelis;

Roma minore. Pia Di Marco;

Eccellenze e made in Italy: l'attore comico come opinion leader nel marketing delle imprese italiane. Enzo Pio Pignatiello;

Salvare la bellezza. Omaggio ai Vigili del Fuoco. DdC

Le vignette "Scinder List" e "L'attuale D.G.C.- MiBACT dr. Nicola Borrelli" sono di Pierfrancesco Uva; L'illustrazione "Don Chisciotte – Uno sguardo sulle cose del mondo"di Giampiero Bazzu; La caricatura "A sto punto famolo senatore a vita" è di Luigi Zara.

 

 

Schermata_2017-03-01_alle_12.50.42.png

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 01 Marzo 2017 11:56
 
AL VIA “L’ORIENTE RITROVATO”, LA RASSEGNA SULCINEMA GIAPPONESE PROMOSSA DAGLI AMICI DELLO SPETTACOLO DI ABANO TERME PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Lunedì 27 Febbraio 2017 14:14

L'Associazione Amici dello Spettacolo di Abano Terme propone una breve rassegna sul cinema giapponese dal titolo "L'oriente ritrovato",che si terra' presso la Biblioteca civica di Abano nei giorni 13, 20 e 27 marzo. I tre film presentati sono firmati da tre grandi registi nipponici che hanno contribuito alla valorizzazione del cinema del Sol Levante in Europa,dopo che per anni era stato conosciuto solo in maniera frammentaria. Si inizia con "Viaggio a Tokio" del 1953,diretto dal cineasta Yasujiro Ozu,si continua con "La sfida del samurai"(1961)di Akira Kurosawa,il regista giapponese più conosciuto oltre i confini nazionali.La rassegna si conclude con una proiezione più recente,"L'estate di Kikujiro ",del 1999,scritto e diretto da Takeshi Kitano,personaggio dalle mille risorse,anche attore e cantante. 

 

Schermata_2017-02-27_alle_15.16.02.png

 
Lucca Film Festival e Europa Cinema 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Venerdì 24 Febbraio 2017 10:43

LocandinaLFF2017.jpg

 

Red carpet stellare per l’evento che si svolgerà dal 2 al 9 aprile tra Lucca e Viareggio

Oliver Stone, Willem Dafoe, Aki Kaurismaki, Olivier Assayas, Valeria Golino e Julien Temple al Lucca Film Festival e Europa Cinema 2017

Saranno Oliver Stone, Willem Dafoe, Aki Kaurismaki, Olivier Assayas, Valeria Golino e Julien Temple i protagonisti del Lucca Film Festival e Europa Cinema 2017, la kermesse cinematografica che si terrà dal 2 al 9 aprile nelle città di Lucca e Viareggio. Ad ognuna delle pluripremiate star del cinema internazionale saranno dedicati omaggi con proiezioni, premi e incontri con il pubblico. Tra gli ospiti anche Cristi Puiu, Giada Colagrande e Bruno Monsaingeon. Giunge inoltre alla seconda edizione il Concorso internazionale di lungometraggi, con 14 film in competizione da tutto il mondo, a cui si affiancheranno le Anteprime fuori concorso e il consueto appuntamento con il Concorso internazionale di cortometraggi, oltre a una celebrazione dei lavori dei registi Cristi Puiu, Bruno Monsaingeon e Giada Colagrande.

Rossellini. Dal grande al piccolo schermo.

L’evento, realizzato in collaborazione con Cineforum Ezechiele 25, 17 e Cinit Cineforum Italiano, si articola in due momenti .  Il primo è in programma  mercoledì 5 aprile nell’Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca : alle 17  sarà presentato l libro: ROSSELLINI. DAL GRANDE AL PICCOLO SCHERMO (Liguori Editore, 2016) con l’intervento  dell'autore, Paolo Licheri, e del regista Renzo Rossellini. Coordina Marco Vanelli. Il secondo , sempre nell’Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca, è previsto per le  21.30 con la proiezione della versione restaurata di LA PRESA DEL POTERE DA PARTE DI LUIGI XIV di Roberto Rossellini (Francia-Italia 1966, 90 min.,  v.o. sott.); introduce Renzo Rossellini


Omaggio a Oliver Stone

Dopo David Lynch (2014), David Cronenberg (2015), William Friedkin e George Romero (2016) sarà Oliver Stone il protagonista di una delle principali sezioni del Lucca Film Festival e Europa Cinema 2017. Il regista, sceneggiatore, produttore e attore statunitense tre volte premiato agli Oscar sarà a Lucca per la consegna premio alla carriera e una conversazione sul cinema. In programma anche una retrospettiva che ripercorrerà per intero la carriera del cineasta: dal film d’esordio Seizure (1974) al recente Snowden (2016), passando per classici indimenticabili tra cui Salvador (1986), Platoon (1986), Wall Street (1987), Nato il quattro luglio (1989), The Doors (1991), JFK – Un caso ancora aperto (1991), Assassini Nati – Natural Born Killers (1994) e Gli intrighi del potere (1995), senza tralasciare lavori meno conosciuti come La mano (1981), Talk Radio (1988), Tra cielo e terra (1993), U-Turn – Inversione di marcia (1997), Ogni maledetta domenica (1999), World Trade Center (2006), W. (2008), Wall Street – Il denaro non dorme mai (2010) e Le belve (2012). Il regista americano presenterà proprio Alexander (2004), pellicola epica dal cast stellare in cui Stone si cimenta con la storia del sovrano Alessandro Magno.


Aki Kaurismaki, Olivier Assayas

Spazio anche al grande cinema europeo, con due tra i nomi più autorevoli del panorama contemporaneo: Aki Kaurismaki e Olivier Assayas. Il maestro finlandese autore di capolavori come L’uomo senza passato, La fiammiferaia e Miracolo a Le Havre riceverà il premio alla carriera e l’onorificenza della Fondazione Giacomo Puccini per la pellicola Le luci della sera (2006), che verrà poi proiettata nel corso del festival. Dopo la premiazione si terrà una conversazione con il pubblico in sala, e a seguire la prima italiana di The other side of hope, ultimo lavoro di Kaurismaki recentemente presentato alla Berlinale, con un giorno di anticipo sulla data di uscita in Italia. Anche Olivier Assayas, cineasta francese recentemente premiato a Cannes, sarà al festival per la consegna del premio alla carriera e per un incontro con il pubblico, a cui seguirà la proizione del suo ultimo film Personal Shopper. Il festival, inoltre, lo omaggerà all’interno della propria programmazione con un tributo ai suoi film.


Il cinema di Valeria Golino

Artista dalla folgorante carriera internazionale, Valeria Golino ha lavorato non solo con grandi registi italiani come Gabriele Salvatores, Ferzan Ozpetek, Francesca Archibugi, Emanuele Crialese e Paolo Virzì, ma con registi americani come Sean Penn in Lupo Solitario e Quentin Tarantino in Four Rooms. Ha recitato a fianco di Tom Cruise e Dustin Hoffman in Rain Man, e ha diretto il lungometraggio Miele. La Golino sarà premiata con il premio alla carriera del festival e parteciperà a una conversazione sui suoi molteplici ruoli di attrice, regista e produttrice.


Omaggio a Giada Colagrande

Di nuovo cinema al femminile se ne parlerà con Giada Colagrande, regista, attrice e sceneggiatrice classe 1975, a cui sarà dedicata un omaggio. La regista ha diretto il suo primo lungometraggio nel 2001 “Aprimi Cuore” e presentato alla Mostra del cinema di Venezia. Nel 2005 ha scritto e interpretato insieme a Willam Dafoe il suo secondo lungometraggio Before it Had a Name, attore con cui continua a collaborare anche con il suo terzo film “A Woman”. La regista, oltre che di sceneggiature e di fiction, si occupa anche di documentari, come gli ultimi due dedicati a Marina Abramovic.


Omaggio a Willem Dafoe

Tra le star del festival sarà omaggiato e riceverà il premio alla carriera anche Willem Dafoe, attore statunitense che inizia a recitare negli anni ottanta in diversi film e raggiunge la fama internazionale interpretando il sergente Elias Grodin nel film Platoon di Oliver Stone, l’agente speciale Alan Ward in Mississippi Burning – Le radici dell’odio, un controverso Gesù in L’ultima tentazione di Cristo, il vampiro ‘Schreck’ in L’ombra del vampiro, e Goblin nella trilogia di Spider-Man di Sam Raimi. Nella sua carriera ottiene due candidature ai Golden Globe e due candidature agli Oscar.

Julien Temple e il punk Il regista britannico ha legato in maniera indissolubile al punk e alla musica rock il suo nome, realizzando nel corso della sua carriera numerosi documentari, fiction e videoclip dedicati al tema. E’ stato soprattutto il biografo e promotore del movimento punk colto sul nascere con produzioni come “The Great Rock ‘n’ Roll Swindle” del 1980 e “The Filth and the Fury” del 2000 dedicati ai Sex Pistols, di cui era collaboratore e amico. Temple riceverà il premio alla carriera e terrà una conversazione sul rapporto fra immagine e musica. Autore di pellicole cult come Absolute Beginners, che vede nel cast David Bowie e Patsy Kensit, oltre che di video musicali per band del calibro di Depeche Mode, Judas Priest, Rolling Stones e Duran Duran, Temple inaugurerà il 3 aprile la mostra che il Lucca Film Festival e Europa Cinema quest’anno dedicata al punk e alle sue relazioni con l’arte e il cinema tra gli anni ’70 e ’80.


I maestri del cinema: Cristi Puiu e Bruno Monsaingeon

A Cristi Puiu, maestro del cinema che con i suoi primi due film (Stuff and Dough del 2001 e The Death of Mr. Lazarescu del 2005) ha inaugurato la stagione del “Nuovo cinema rumeno”, sarà dedicato un omaggio comprendente un premio alla carriera, una conversazione col pubblico e la prima retrospettiva completa dei suoi lavori in Italia. A coronare questa sfilata di stelle, il regista francese Bruno Monsaingeon, tra i più grandi documentaristi musicali al mondo, sarà a Lucca per un progetto in collaborazione con l’Istituto Luigi Boccherini. Autore di pellicole sui più autorevoli musicisti del Ventesimo secolo, tra cui Glenn Gould, Sviatoslav Richter e David Oistrakh, riceverà il premio alla carriera e condurrà un seminario sul rapporto tra immagine e musica. Sarà inoltre omaggiato con un tributo filmico durante il festival.


Concorso internazionale lungometraggi

Il concorso di lungometraggi in anteprima italiana salirà dai 12 film del 2016 a 14 film per il 2017. A breve saranno individuati il presidente della giuria e i membri della stessa, grazie alla quale sarà assegnato il premio “Miglior film”. Al regista vincitore sarà corrisposta la cifra di 3.000 euro. La più grande novità del concorso per l’edizione 2017 è la creazione di una giuria universitaria, che sarà composta da studenti del corso DISCO dell’Università di Pisa e avrà il compito di decretare il vincitore del nuovo premio “Miglior film europeo”.


Anteprime fuori concorso

Ad arricchire il cartellone la prima toscana di Personal Shopper di Olivier Assayas e la prima italiana di The Other Side of Hope di Aki Kaurismaki. Entrambi i registi saranno presenti a Lucca. L’ultimo lavoro di Kaurismaki è in concorso ufficiale alla Berlinale, in uscita il 6 aprile per Cinema Distribuzione di Valerio De Paolis.


Concorso internazionale cortometraggi

Il concorso di cortometraggi continuerà ad essere una delle più importanti vetrine europee per il cinema di ricerca e sperimentale e a breve saranno individuati il presidente della giuria e i membri della stessa, grazie alla quale sarà assegnato il premio “Miglior film”. Al regista vincitore sarà corrisposta la cifra di 500 euro.


Evento speciale cinema e musica

Non mancherà la musica con il concerto con sonorizzazione live del capolavoro di Yasujiro Ozu Storia di erbe fluttuanti (1934), in coproduzione con l’Istituto Luigi Boccherini di Lucca e con il Museo Maxxi di Roma. L’esecuzione della colonna sonora prevede un organico cameristico ed e? stata realizzata tenendo conto delle scale pentatoniche della tradizione giapponese, ottenendo suggestioni e sonorità orientali anche attraverso l’uso di strumenti originali. Ad esibirsi l’ensemble strumentale dell’Istituto, diretto dal Maestro Mazzoli.


Sezione 360°

Nel 2017 il festival sarà fra i primi in Italia a riprendere parte delle proprie attività con innovative telecamere a 360°. Verrà anche realizzato uno stand munito di appositi visori in Piazza Antelminelli a Lucca, dove gli utenti del festival potranno provare gratuitamente l’esperienza della visione a 360° e fruire delle riprese di documentazione della manifestazione che saranno fornite giorno per giorno.


Premio alla Carriera disegnato e realizzato da Emiliana Martinelli

I premi alla carriera che saranno consegnati ai registi e attori sono stati realizzati dalla designer italiana Emiliana Martinelli presidente della Martinelli Luce, azienda internazionale che vanta creazioni presenti in collezioni permanenti di importanti musei, come la celebre lampada pipistrello al Moma di New York. Il premio è stato disegnato proprio pensando al festival e unirà l’idea di luce a quella del cinema. Martinelli all’interno dell’azienda svolge da sempre una duplice attività, quella di imprenditrice e quella di progettista e art director curando anche la grafica del materiale di comunicazione e commerciale. Cura gli allestimenti degli stand attraverso i quali l’azienda si presenta e partecipa alle più importanti manifestazioni del settore, sia in Italia che all’estero.


“Effetto Cinema Notte”

La sezione Effetto Cinema Notte nel 2017 viene allargata a tutta la settimana festivaliera e arricchita per il primo anno di due concorsi destinati a premiare con somme in denaro il locale meglio scenografato e la migliore performance artistica. ECN è uno dei comparti più innovativi del festival perché riesce a coniugare il cinema e le arti performative, offrendo un’esperienza di cinema espanso capace di coinvolgere un pubblico di tutte le età. Negli ultimi anni si è sviluppato durante il sabato del week end di chiusura del festival e viene realizzata dividendo la città in aree, che sono abbinate o a un genere cinematografico o a uno dei grandi autori ospiti del festival. Un regolamento redatto dalla direzione artistica indica i parametri con i quali – all’interno di ogni area – vengono coinvolti esercizi pubblici di vario tipo, che concordano con il festival la realizzazione di un allestimento scenografico del proprio locale (inclusi i costumi per i dipendenti), dedicato al film scelto e curato da maestranze professionali. In aggiunta a questo il festival indica anche musicisti e/o attori e/o danzatori, con i quali viene creata una performance che ricrea una scena del film o ne evoca stile e spirito. Ogni esibizione dal vivo dura alcuni minuti e viene ripetuta ciclicamente tutto il pomeriggio e la sera del sabato, ma il festival realizza ogni anno almeno un Main Event, alcune Main Perfomances e diversi Special Event, completamente ideati e finanziati dall’organizzazione, dove uno o più talent del festival sono coinvolti attivamente nella realizzazione di allestimenti scenografici e performances artistiche (es. George Romero nel 2016 e Terry Gilliam nel 2015). Nel 2017 la sezione crescerà notevolmente dal primo giorno di festival: molti degli allestimenti e delle perfomance saranno pronte, così da poter attivare ogni sera della settimana lucchese del cinema con concerti, feste e performances, in attesa del gran finale di sabato 8 aprile, che come sempre vedrà tutta la città attivarsi in un grande evento unico in Europa, che richiama ogni anno un pubblico di decine di migliaia di persone.


Le mostre

Due le mostre di quest’anno per il Lucca Film Festival e Europa Cinema, entrambe curate da Alessandro Romanini. La prima, strettamente legata alla manifestazione, si intitola PunkDadaSituation, si inaugura il 3 aprile alla Fondazione Ragghianti di Lucca e lega insieme tre anniversari che hanno cambiato la storia del secolo scorso: il 1917 con la nascita del movimento Dada, il 1977 con quella del Punk e il 1957 con la formazione dell’Internazionale Situazionista. La seconda, che si apre il 18 marzo alla GAMC di Viareggio, inaugura la collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e l’Istituto Luce e rende omaggio a Federico Fellini dando vita, attraverso le tavole esecutive delle scene realizzate dagli studenti, al suo film mai girato: Il Viaggio di Mastorna.

Il Lucca Film Festival e Europa Cinema, presieduto da Nicola Borrelli, è tra gli eventi di punta delle manifestazioni organizzate e sostenute dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Banca Generali Private Banking e Banca Pictet sono i Main Sponsor della manifestazione e le mostre sono prodotte con il sostegno di Banca Société Générale. Il festival è realizzato grazie anche al Bando Funder35 e si avvale inoltre del supporto di Gesam Gas & Luce SpA, Istituto Luce Cinecittà S.r.l., Fondazione Banca del Monte di Lucca, Lucar Spa, Lions Club Lucca Le Mura, Il Ciocco S.p.A, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Toscana, Fondazione Sistema Toscana, Comune di Lucca, Comune di Viareggio, Provincia di Lucca e della collaborazione e co produzione di Teatro del Giglio di Lucca, Consociazione Nazionale donatori di sangue Fratres, Fondazione Giacomo Puccini e Puccini Museum – Casa Natale, Fondazione Carlo Ludovico Ragghianti, Fondazione Mario Tobino, Università degli Studi di Firenze, Martinelli Luce, CG Entertainment, Fondazione Centro Arti Visive e Fondazione UIBI. Si ringraziano anche Lucca Comics & Games, la Direzione Regionale di Trenitalia, Unicoop Firenze, il Corso di Laurea in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione del Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell’Università di Pisa, Light It Up Blue – Lucca e App18 per la collaborazione,

Il Lucca Film Festival e Europa Cinema è un evento a cadenza annuale di celebrazione e diffusione della cultura cinematografica. Attraverso proiezioni, mostre, convegni e spettacoli dal vivo a tema cinematografico – spaziando dal cinema sperimentale al mainstream – il festival riesce a coinvolgere ogni anno un pubblico sempre più ampio. Nel corso delle edizioni il Festival è riuscito a distinguersi tra i tanti, mediante programmazioni audaci, ma al contempo attentamente studiate; è stato capace di omaggiare personalità affermate del mondo del cinema, di riscoprirne altre e “scommettere” su di nuove. A coronare il tutto contribuiscono le belle cornici di Lucca e Viareggio, città in cui il festival si è ormai imposto, diventando un appuntamento atteso ed imperdibile in Italia e in Europa.

Agevolazioni riconosciuti ai soci dei circoli del Cinit Cineforum Italiano

"- Diritto di accesso al festival con  biglietti  ridotti  a tutti i soci cinit che si presenteranno alle  biglietterie esibendo una vostra tessera associativa o una  comunicazione interna del Cinit Cineforum Italiano. 

Per l'acquisto online l'utente potrà comprare i ridotti tramite il portale vivatickets utilizzato dal festival.  Quando si presenterà presso la biglietteria per accedere all'attività per la quale ha comprato il biglietto ridotto dovrà esibire o la tessera associativa o una  comunicazione interna del Cinit Cineforum Italiano per validare l'accesso con il ridotto stesso acquistato."

 

Per ulteriori informazioni sulle mostre del festival si prega di visionare i seguenti link:

Mostra Fellini: http://www.luccafilmfestival.it/il-viaggio-di-mastorna-il-sogno-di-un-film-messo-in-scena/

Mostra PunkDadaSituation: http://www.luccafilmfestival.it/punkdada-situation/

 
22° CinEtica- Rassegna di cinema "Ebbro di Arte e di Poesia" PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Mercoledì 22 Febbraio 2017 11:30

16508703_765025853647117_7058612234885444214_n.jpg

 

Sognatore è colui che trova la sua via / alla luce della luna, / punito perché vede l’alba / prima degli altri

All’insegna di questo verso di Oscar Wilde, anche il 2017 per il CineClub “Vittorio De Sica”, Associazione di cultura cinematografica - presieduta da Armando Lostaglio - è un anno di prospettive lusinghiere e trasognanti in fatto di valorizzazione delle tematiche d’autore. Dopo le precedenti Mostre legate ai giganti della storia - Ingmar Bergman, Vittorio De Sica e Pier Paolo Pasolini – si ritorna ad una tematica specifica: la poesia e la pittura rilette dal Cinema e celebrate in grandi festival come Venezia e Cannes. Il titolo della XXII Mostra CinEtica riprende il titolo di un film stupendo, EBBRO DI DONNE E DI PITTURA, diretto nel 2002 da Kwon-taek Im premiato per la Regia a Cannes, e basato sulla vita del pittore coreano Jang Seung-eop. Abbiamo dunque ricercato film in grado di offrire ulteriore spessore dialettico, opere che il CineClub persiste nell’obiettivo di mantenere sempre vive nella memoria collettiva, contro ogni forma di oblio e del Nulla imperante.

Poeti come Giacomo Leopardi, Suor Juana Ines de la Cruz, Charles Bukowski, e pittori come Frida Kahlo, William Turner e il citato Jang Seung-eop, rappresentano solo una felice sintesi di quanta arte e letteratura siano state rappresentate da eccellenti cineasti in questi decenni.

Col patrocinio del Ministero dei Beni e Attività Culturali, di Regione Basilicata e Comune di Rionero in Vulture, l’adesione di BasilicataCinema (network lucano di Festival) e Cinit – Cineforum Italiano (con sede a Venezia) condividono l’iniziativa come in passato la Università Unilabor “E. Cervellino” ed il C.I.F. Centro Italiano Femminile, e in questa XXII edizione di CinEtica anche il Centro Comunale Anziani di Rionero che mette a disposizione i propri saloni di proiezione, convinti della indispensabile complementarietà intergenerazionale. Convinti come siamo – mutuando Baricco - che le visioni di cinema, di arte e poesia non sono lezioni e nemmeno spettacolo … Sono l’esposizione di un prolungato movimento della mente. Sono il Sapere come apparirebbe se ne facessimo una installazione artistica.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 153