PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Lunedì 26 Giugno 2017 16:44
Ritorna l'atteso appuntamento con il cinema sotto le stelle a San Felice del Benaco.
 
In allegato i programmi dell'arena estiva al Cortile Municipale e del Cinema dei piccoli in piazza a Portese.
Due cartelloni che sapranno farvi sognare con qualche ospite a sorpresa che vi sveleremo presto.
 
Cliccate sulla foto per scaricare il programma completo.
 
Schermata_2017-06-26_alle_18.47.51.png
 
Cinema_Picolli_SF_2017.jpg
 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Lunedì 05 Giugno 2017 16:47

Due film italiani hanno vinto il 10° Film Festival del Garda. A conclusione di sette intense giornate di proiezioni e incontri, la giuria e il pubblico hanno espresso il loro verdetto premiando due dei cinque lungometraggi in concorso.

 

“Si chiude un'edizione di successo – commenta la direttrice artistica Veronica Maffizzoli - con una straordinaria affluenza di pubblico, che ha anche richiesto  l'organizzazione di proiezioni aggiuntive per gli incontri e gli eventi speciali che si sono svolti tra Brescia, San Felice, Gardone Riviera, Manerba e Salò. Dieci anni di Filmfestival sono un traguardo importante coronato da una grandissima partecipazione degli spettatori”.

 

La giuria della critica (“Premio Giovanni Turolla”) composta da Silvestro Montanaro (giornalista d'inchiesta), Catia Donini (giornalista) ed Elisabetta Cova (traduttrice multimediale) ha scelto di premiare “Funne – Le ragazze che sognavano il mare” di Katia Bernardi (Italia, 2016) con la seguente motivazione:

Una riuscita commedia della speranza che ci ricorda che la felicità è spesso qualcosa di semplice. Per la indovinata armonia tra cast, soggetto, fotografia che ci restituisce un lavoro impeccabile e calvinianamente leggero.

 

Una menzione speciale è stata assegnata a “Passeri” (“Sparrows” di Rúnar Rúnarsson, Islanda, Danimarca e Croazia 2015) con la motivazione:

Per la maturità dimostrata nel raccontare il primo impatto di un adolescente con la vita, tratteggiando un momento di passaggio e di crescita con notevole padronanza, in un'opera prima che ha dalla sua l'utilizzo dei panorami e delle luci d'Islanda come straordinario elemento attivo della narrazione. Inoltre, per la bravura degli attori e la naturalezza del giovane protagonista.

 

Il premio del pubblico “Cav Attilio Camozzi”, espresso con il voto degli spettatori presenti alle proiezioni, è stato assegnato a “The Demon, the Flow and Me” di Rocco Di Mento (Germania, 2016), regista gardesano ormai berlinese d'adozione.

 

“Funne” è ambientato a Daone, Trentino. Un gruppo di ‘funne’ (che significa ‘donne’), un po’ in là con l’età ma dallo spirito indomabile, ha come luogo di ritrovo il Circolo Rododendro. Un giorno, per festeggiare il ventennale dell’associazione, a una di loro viene un’idea: perché non andare tutte insieme al mare visto e considerato che molte non ci sono mai state? È necessario però mettere insieme la somma necessaria. Si inizia con la preparazione di torte da vendere, si passa a un calendario fotografico ma il ricavato è ancora insufficiente. Fino a quando un ragazzo non propone di avvalersi di due mezzi alle funne del tutto ignoti: Facebook e il crowdfunding.

 

In “Sparrows” quando la madre decide di partire per una missione in Uganda con il suo nuovo compagno, il sedicenne Ari è costretto a trasferirsi da Reykjavik nel desolato e sperduto paese dove aveva vissuto da ragazzino. Qui ritrova una nonna affettuosa e presente, un padre goffo, disoccupato e spesso impegnato a bere e una comunità in cui violenza e abbruttimento spesso sono legati all’alcool.

 

In “The Demon, the Flow and Me”,  TJ é un uomo sulla sessantina che ha deciso di abbandonare la società per andare a vivere all'interno della sua automobile, una Chrysler Cordoba parcheggiata nel vialetto di un pornoshop nella periferia di Berlino. Mentre la cinepresa documenta la sua sopravvivenza tra ratti e spazzatura, TJ inizia a costruire un proprio personaggio, rovesciando talvolta i ruoli, diventando regista a sua volta. Jan Peters della giuria del festival achtung berlin commenta così il film: "Quando torna la luce in sala, siamo improvvisamente consapevoli di quante convenzioni popolino la nostra mente." È un film sull'Identità, l'Amore e la Solitudine.Una celebrazione all'esistenza e all'arte di fare film.

 

Il festival, quest'anno dedicato al tema della felicità, si è concluso, dopo la cerimonia di premiazione, con la proiezione di “Bozzetto non troppo” di Marco Bonfanti (presente in sala) e con la presentazione di alcuni estratti di “Ettore Giuradei - La nostalgia della condizione sconosciuta” di Andrea Grasselli.

 

Rocco di Mento 1

         Katia Bernardi

 

 

 

   

 

  

 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Mercoledì 31 Maggio 2017 16:03

Sommario numero 51 - Giugno 2017 di Diari di Cineclub

 

Appunti sul cinema dietro le sbarre. Mino Argentieri;

ll conformismo della “critica-spazzatura”. Roberto Chiesi;

Politica culturale e navigazione a vista. A.T.;

Critica cinematografica: tra la supponenza e la sopravvivenza. M.Grazia Gentile;

Maquis e sentieri di nidi di ragno. Natalino Piras;

Libere disobbedienti innamorate –In Between-. Giulia Zoppi;

L’omaggio a Mino Argentieri a Napoli. V.E.;

Ancora con il Mélo nel cinema delle forti emozioni. Lucia Bruni;

Calma instabile. Impressioni di maggio nel Libano dei fili intrecciati. Michele Piras;

Poetiche. Su questa terra. Mahmoud Darwish;

New American Cinema Group Exposition: 50 anni. Nuccio Lodato;

Cabudanni, il nuovo disco dei Dr. Drer & Crc Posse. Ivo Murgia;

E’ uscito Cineforum 564. DdC;

Berenice Abbott. Elisabetta Randaccio;

Il film del mondo. Mario Dal Bello;

Bestie di scena con la regia di Emma Dante. Loretta Ortolano;

Chinatown di Roman Polanski. Giuseppe Previti;

Quel cervello pensa: facciamolo smettere! Ottant’anni senza Antonio Gramsci. Antonio Loru;

Piavoli a “Visioni di cine(ma) indipendente” di Reggio Calabria. Paola Abenavoli;

Song to song, la fine dell’era sperimentale di Malick. Giulia Marras;

Le Sorelle Materassi in teatro. Giuseppe Barbanti;

Omaggio a Rino Gaetano. P.M.;

Un Sardinia Film Festival sempre più internazionale. Salvatore Tarras;

Interrogazioni Parlamentari:

  • Stabilimenti Cinecittà. On. Marisa Nicchi, Roberta Agostini;
  • Legge n.220 del 14 novembre 2016 “Disciplina del cinema e dell’audiovisivo”. On Piras, Duranti, Ricciatti, Zaccagnini, Folino, Melilla, Roberta Agostini e Carlo Galli;

La FICC allarmata per gli effetti della Legge Cinema. Marco Asunis;

Biblioteca del cinema Umberto Barbaro. DdC;

Diari di Cineclub | YouTube. Il nostro canale. DdC;

Bif&st 2017 | ottava edizione. DdC;

La poesia che aiuta a essere liberi. Neruda un film di Pablo Larrain. Paola Dei;

“The“War Game” (1956) di Peter Watkins: anatomia della guerra (Atomica). Enzo Lavagnini;

Valdarno Cinema Fedic. XXXV edizione:

  • Al Valdarno Cinema A pugni chiusi dopo tanti anni. Pasquale Pirisi;
  • Una manifestazione fresca attenta alle novità. Martina Ponziani;
  • Valdarno Cinema Scuola – Due mattine per avvicinare i più giovani al mondo del Cinema. Diletta Paoli;
  • L’inconciliabile. Marco Bellocchio al Valdarno Cinema. Sergio Sozzo;

Le cose che verranno ovvero la ricostruzione del sé di Mia Hansen Løve. Giorgia Bruni;

Il fratellino di latte. Maria Laura Beltrami;

13 reasons why: l’inspiegabile successo di un teen drama. Ilaria Lorusso;

Amici per la Pelle (1955): delicato chiaroscuro neorealista di Franco Rosi. Demetrio Nunnari;

Il Cavaliere Oscuro Colpisce Ancora. Davide Deidda;

Quale mediocrità sul grande schermo. Carmen De Stasio;

Robert Louis Stevenson e il cinema.  Stefano Beccastrini;

Emmanuel Macron Hurle - Heavy Metal (Remix Politique). Massimo Spiga;

Se una sera di primavera un giornalista...Il fatto personale di Antonio Padellaro. Alessandro Macis;

Märta Torén. Virgilio Zanolla;

Man in the dark. Giacomo Napoli;

Osteria numero 20? La bustina del Dott. Tzira Bella;

Cinemasessanta: L’avventura di una rivista in quaranta anni. Daria D’Angelo (a cura di Patrizia Masala);

Paterson. Michela Manente;

Apulia Film Commission, bilancio di 10 anni di attività. Adriano Silvestri;

La liturgia della proiezione eidetica. La duplice “mimesis” antropoteologica. Giovanni Mazzallo;

L’operato di Falcone e Borsellino al circolo FICC Cento Fiori di Monaco di Baviera. Ambra Sorrentino- Becker;

Un Totò diverso in una favola contemporanea: “Uccellacci e uccellini” di Pier Paolo Pasolini. Enzo Pio Pignatiello;

Ingmar Bergam. Tragitto dalla fede alla psicoanalisi. Fabio Massimo Penna;

La televisione del nulla e dell’isteria (VIª). DdC;

Breve storia della “tv dei ragazzi” dagli anni ’50 agli anni ’80. Andrea David Quinzi;

Giovani doppia-attrici crescono, privacy e social stridono: il doppiaggio del film The Circle. Tiziana Voarino;

Tra i vari “don Antonio” di Cesare Zavattini. Maria Carla Cassarini;

Non uccidere. Capaci 23 maggio ore 17.58. DdC  

Le vignette “Alitalia” e “Laudadio” sono del maestro Pierfrancesco Uva.

 

Per scaricare gratuitamente Diari di Cineclub cliccate sull'immagine.

 

Copertina-DdC-51 -50

 

 

 

 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Martedì 30 Maggio 2017 08:21

banner-fb-FFG17-web.png

 

Il festival si terrà dal 29 maggio al 04 Giugno 2017 a San Felice del Benaco, Gardone Riviera, Brescia e Manerba del Garda (BS).

Sempre attento alle nuove tendenze e ai talenti del programma cinematografico nazionale e internazionale, il Filmfestival del Garda è organizzato dalle associazioni culturali Cineforum Feliciano e Sipario! in collaborazione con la webzine Filmagazine.it e il Comune di San Felice del Benaco.

Dopo il successo delle passate edizioni dimostrato dall’interesse di critica, pubblico e artisti, prosegue quest’anno il percorso per diffondere e far conoscere le nuove tendenze cinematografiche e valorizzare le realtà storiche locali. 

 

Martedì 30 maggio il FFG17 propone 3 appuntamenti: la mattina “Festa” di Piavoli per le scuole, il pomeriggio inaugurazione della mostra “Isotopi Ermeneutici” e la sera Film & Food.

La seconda giornata del X Film Festival del Garda, in programma fino al 4 giugno in quattro paesi del Garda occidentale tra San Felice del Benaco, Gardone Riviera, Manerba del Garda e Salò, oltre che a Brescia, prevede tre appuntamenti a partire dalla mattina.
Alle ore 9.00 la Scuola secondaria statale “A. Zanelli” di San Felice ospiterà la proiezione, riservata agli studenti, di “Festa” (40’ Italia 2016), mediometraggio del maestro Franco Piavoli: il registra sarà presente e dialogherà con i ragazzi.

Nel pomeriggio alle 18.30, la Sala Consigliare Ex Monte di Pietà San Felice ospiterà il Vernissage della mostra “Isotopi Ermeneutici” di Pierluigi Cottarelli che resterà aperta per tutta la durata del FFG17.
La serata, con inizio alle ore 20.00 prevede la “Cena infedelmente lago” a La Verità Cooperativa Agricola San Felice come evento East Lombardy all'interno della rassegna Film & Food - Abbiamo il cinema in pancia. A seguire sarà proiettata la commedia classica, in versione restaurata, “Infedelmente tua” di Preston Sturges (98’ USA 1948) con Rudy Vallee, Barbara Lawrence, Linda Darnell, Rex Harrison, Edgar Kennedy.
Il menù - filetto di luccio al vapore, con crema di peperoni rossi e menta, polvere di croccante alle mandorle; maccheroncini di grano saraceno con sarde di lago pomodoro confit, crema di piselli; filetto di coregone in vasocottura, con profumi di agrumi olive e capperi; frollino all'olio extra vergine con crema di limone e arancia.
Il film "INFEDELMENTE TUA" - Un celebre direttore d’orchestra sospetta che la bellissima moglie lo tradisca con il suo segretario. Durante un concerto immagina come reagire all’infedeltà (uxoricidio o suicidio, o pietoso addio, a seconda della musica che deve dirigere). Alla fine tutto si chiarirà.

 

Per l'evento serale la prenotazione è obbligatoria fino a esaurimento posti.

 

Tra gli appuntamenti di mercoledì 31, la masterclass sull'animazione di Marco Antonio Zanoni, animatore tra gli altri de “La tartaruga rossa”, all'accademia Laba di Brescia con ingresso libero fino a esaurimento posti. In serata è prevista la proiezione de “La felicità umana” (2016) di Maurizio Zaccaro alla presenza del regista: proprio la felicità, declinata sotto tanti aspetti, è il tema dell'edizione del festival.

Cliccando sull'immagine potrete scaricare il programma completo del Festival.

 

Schermata_2017-05-30_alle_10.29.13.png

 

 
PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Giovedì 25 Maggio 2017 11:15

È disponibile il numero 184 della rivista Cabiria - Studi di Cinema.
In questo numero un lungo approfondimento su Gian Luigi Rondi.

È possibile sottoscrivere un abbonamento alla rivista quadrimestrale inviando una richiesta via email all'indirizzo  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

cabiria184_cover.jpg

 

cabiria184_sommario.jpg

 

cabiria184_editoriale.jpg

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 114