PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Giovedì 17 Novembre 2016 10:12

Riflessi di terre lontane  Spazi antropici nel cinema contemporaneo è  il tema della rassegna iniziata a fine ottobre  al Cineporto di Lecce per iniziative del circolo Spaziocineforum di Lecce.

Ad inaugurare il ciclo  il 25 ottobre  “Le notti bianche del postino” di Andrey Konchalovskiy: la rassegna propone un affascinante viaggio fra culture e cinematografie di diversi continenti . La rassegna ha visto la proiezione  nelle scorse settimane  di “Vulcano“ (Ixcanul ), intensa opera prima a sfondo etnico del guatemalteco Jayro Bustamante, e  di  “Amore, furti e altri gua” del palestinese Muayad Alayan, dramma/commedia dai toni surreali sulla realtà quotidiana vissuta nei territori occupati da Israele.I soci sono stati introdotti e accompagnati nella visione di quest’ultimo film dai commenti del professor Luca Bandirali dell’Università di Lecce. Prossimi appuntamenti della rassegna “Corn Island “  di George Ovashvili     (prod.  Georgia,Germ.Fra. 2014) il 22 novembre e “Tangerines”    di  Zaza Urushadze(prod.   Estonia,Georgia 2014) il 29. A dicembre sono in programma tre proiezioni “La Sposa Bambina”  di Khadija Al-salami  (prod.  Yemen 2016) il 6, “The gulls" (Čajki) di Ella Manžheeva (prod. Russia 2015) il 12 e, in chiusura,” Cemetery of Splendour “ di Apichatpong Weerasethakul (prod. Thailand.2015).


 

0-1668233-postnans-white-nights poster-b5