PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Mercoledì 02 Novembre 2016 08:46

Hannola stessa età il fumetto e il cinema. Il primo – grazie ad un ragazzino dispettoso, Yellow Kid- è apparso nel paginone colorata domenicale del New York Journal dell'editore Pulitzer a partire dal 5 maggio del 1895. Il secondo ha convinto trentatrè spettatori a scendere in uno scantinato in centro a Parigi sabato 28 dicembre dello stesso anno: entrava per la prima volta in azione il Cinématographe Lumière. Da quel momento i due linguaggi si inseguono e si collegano periodicamente con uno scambio di personaggi che trovano il massimo dell'apprezzamento quando il cinema ha imparato a dar vita, con il cartone animato, agli eroi disegnati. Ma il fumetto, imparentato con l'illustrazione, ha pure aiutato a raccontare la storia. Qui da noi fu Enzo Biagi a sceglierlo per divulgare la storia d'Italia e del Mondo. E Luca Salvagno (Chioggia 1962) dopo  liceo Artistico e Accademia di Belle arti, esordendo nel racconto disegnato nel 1988, ha fatto in tempo a collaborare agli aggiornamenti di quelle pubblicazioni. Lavorando sistematicamente per IL MESSAGGERO DEI RAGAZZI e per IL GIORNALINO: "passando –come dice lui- tranquillamente da storie umoristiche a storie d'avventura".  Si è dedicato, in particolare, alle biografie giovanili di personaggi famosi, come San Francesco, Giovanna d'Arco, Walt Disney, Charlie Chaplin, Stan Lauren e Oliver Hardy. Questi ultimi tre particolarmente vicini alle finalità della LA FABBRICA DEL VEDERE. Così, dal 5 novembre al 6 dicembre sarà possibile visitare la mostra CINEMA DI CARTA – FUMETTI DI LUCA SALVAGNO, ovvero le circostanze dell'esordio dei comici che stanno alla base della storia del cinema (PICCOLI GRANDI UOMINI, LA STRANA COPPIA). Le otto tavole originali (chine), insieme agli schizzi preparatori (matite) e alle indicazioni per la loro colorazione. E ancora le copertine dei periodici. Insomma tutti i materiali che un autore di fumetti deve saper gestire per soddisfare i suoi lettori. Con il valore aggiunto di parlar di cinema.. Luca Salvagno è docente di discipline pittoriche presso il Liceo Artistico "A. Corradini" di Este. CINEMA DI CARTA è dedicato a Piero Zanotto (e alla moglie Rossana) appassionato studioso e divulgatore di fumetto e di cinema.

 

La mostra La Fabbrica del Vedere dell'Archivio Carlo Montanaro è situata a Cannaregio, in calle del Forno 3857 (vicino alla fermata Ca' D'Oro), dalle 17 alle 19 (chiuso il martedì).
Telefono 041 5231556, 3474923009.
www.archiviocarlomontanaro.it
www.fabbricadelvedere.it
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.



cartoline3