22° CinEtica- Rassegna di cinema "Ebbro di Arte e di Poesia" PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Mercoledì 22 Febbraio 2017 11:30

16508703_765025853647117_7058612234885444214_n.jpg

 

Sognatore è colui che trova la sua via / alla luce della luna, / punito perché vede l’alba / prima degli altri

All’insegna di questo verso di Oscar Wilde, anche il 2017 per il CineClub “Vittorio De Sica”, Associazione di cultura cinematografica - presieduta da Armando Lostaglio - è un anno di prospettive lusinghiere e trasognanti in fatto di valorizzazione delle tematiche d’autore. Dopo le precedenti Mostre legate ai giganti della storia - Ingmar Bergman, Vittorio De Sica e Pier Paolo Pasolini – si ritorna ad una tematica specifica: la poesia e la pittura rilette dal Cinema e celebrate in grandi festival come Venezia e Cannes. Il titolo della XXII Mostra CinEtica riprende il titolo di un film stupendo, EBBRO DI DONNE E DI PITTURA, diretto nel 2002 da Kwon-taek Im premiato per la Regia a Cannes, e basato sulla vita del pittore coreano Jang Seung-eop. Abbiamo dunque ricercato film in grado di offrire ulteriore spessore dialettico, opere che il CineClub persiste nell’obiettivo di mantenere sempre vive nella memoria collettiva, contro ogni forma di oblio e del Nulla imperante.

Poeti come Giacomo Leopardi, Suor Juana Ines de la Cruz, Charles Bukowski, e pittori come Frida Kahlo, William Turner e il citato Jang Seung-eop, rappresentano solo una felice sintesi di quanta arte e letteratura siano state rappresentate da eccellenti cineasti in questi decenni.

Col patrocinio del Ministero dei Beni e Attività Culturali, di Regione Basilicata e Comune di Rionero in Vulture, l’adesione di BasilicataCinema (network lucano di Festival) e Cinit – Cineforum Italiano (con sede a Venezia) condividono l’iniziativa come in passato la Università Unilabor “E. Cervellino” ed il C.I.F. Centro Italiano Femminile, e in questa XXII edizione di CinEtica anche il Centro Comunale Anziani di Rionero che mette a disposizione i propri saloni di proiezione, convinti della indispensabile complementarietà intergenerazionale. Convinti come siamo – mutuando Baricco - che le visioni di cinema, di arte e poesia non sono lezioni e nemmeno spettacolo … Sono l’esposizione di un prolungato movimento della mente. Sono il Sapere come apparirebbe se ne facessimo una installazione artistica.

 
CARNEVALE DI VENEZIA 2017 CREATUM: VANITY AF-FAIR PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Mercoledì 22 Febbraio 2017 10:58

Associazione Culturale Musica Venezia e Archivio Carlo Montanaro presentano:

 

MÉLIÈS A COLORI
CINE - CONCERTO


Fondazione Querini Stampalia

giovedì 23 febbraio, ore 17

 

unnamed.jpg

 

 

Méliès a colori, è il primo tra i cine-concerti in programma alla Fondazione Querini Stampalia, giovedì grasso alle 17, tra gli eventi promossi per il Carnevale dalle associazioni culturali Musica Venezia, direttore artistico Roberta Reeder, e Archivio Carlo Montanaro, dedicati al sottile gioco tra vanità e apparenza.  Il cine-concerto comprende una magnifica antologia a colori, curata da Carlo Montanaro, dei film più spettacolari tra quelli scritti, prodotti, diretti ed interpretati da Georges Méliès, inventore della finzione cinematografica. L’accompagnamento con clavicembalo e tastiera è  del maestro Ulisse Trabacchin.

Tra i film della serata: Le livre magique, dove personaggi della Commedia dell’Arte escono e rientrano dalle pagine di un libro; La danse du feu in cui da una padella sul grande fuoco acceso da un diavolo esce una ballerina che danza la serpentina alla Loie Fuller; Le voyage de Gulliver a Lilliputi et chez le géants, dal romanzo di Jonathan Swift; un favola, Le Royaume des Fées. Ed infine Excursion dans la lune, un’imitazione del tanto famoso film di Méliès, Voyage dans la lune, realizzata da Segundo de Chomo, che non fa che dimostrare la superiorità di Méliès in questa genere di fantascienza che lui stesso ha inventato.

Un vero genio cinematografico, Méliès, che ha trasportato il teatro delle illusioni dentro alla celluloide, mescolando la realtà alla finzione con un repertorio di effetti speciali che ancora oggi sta alla base del fantastico nel cinema. Appassionato di illusionismo e prestidigitazione, dal 1896 Méliès comincia a realizzare filmati nel suo famoso teatro di Montreuil: luogo di incredibile assemblaggio tra studio fotografico, palcoscenico con annesse botole, quinte, sartoria, camerini e reparto scenografico per la dipintura degli sfondi. Per la coloritura a mano le pellicole vengono affidate da Méliès al laboratorio  di M.meThuiller, nel quale un’addetta riusciva a colorare non più di 4 o 5 metri (circa 250 fotogrammi, poco meno di 20 secondi) al giorno.

Tra gli oltre cinquecento film realizzati, il suo più famoso è Il viaggio nella Luna del 1902, amato e copiato soprattutto in America. Ad oggi sono stati ritrovati e restaurati poco più di duecento dei suoi titoli.

 

 


 

 

GG&BB
George Gershwin e Busby Berkeley
CINE - CONCERTO

 

Ateneo Veneto 

venerdì 24 febbraio, ore 18

 

unnamed-2.jpg

 

 

Tra gli eventi promossi per il Carnevale dalle associazioni culturali Musica Venezia, direttore artistico Roberta Reeder, e Archivio Carlo Montanaro, venerdì 24 febbraio alle 18 si terrà all’Ateneo Veneto GG&BB, George Gershwin e Busby Berkeley, rievocazione dello spettacolo americano degli anni Venti e Trenta tra realtà, palcoscenici e schermi.

Una selezione di coreografie tra il fantastico e il surreale tratte dai musical di Busby Berkeley più spettacolari, si alterneranno alla voce dal vivo del contralto Giovanna Dissera Bragadin che canterà musiche di Gershwin.

Sarà lo stesso Gershwin ad accompagnare la Dissera Bragadin, grazie all’invenzione artistica di Igor Imhoff che renderà ‘visibili’ le musiche codificate dal grande autore. In una combinazione di colori, immagini e musica sarà rievocato lo scorrere del rullo dell'autopiano, lo strumento che restituisce in modo fedele l’interpretazione dell’esecutore. Emozionante poter sentire e vedere virtualmente la tastiera - proiettata su uno schermo verticale! –rispondere alle dita del compositore stesso che interpreta la sua famosa Rhapsody in Blue. 

 

 

 
CINEFORUM LABIRINTO E SPAZIO AEREO PROPONGONO UN CORSO BASE DI SOUND DESIGN PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Lunedì 13 Febbraio 2017 14:32

SD_2017_FACEBOOK_01_header.jpg

 

Cineforum Labirinto, in collaborazione con Spazio Aereo, propone un nuovo corso teorico e pratico dedicato al mondo del suono sincronizzato e del Sound Design.

Il corso, ideato e curato da Geremia Vinattieri (sound designer ed ex collaboratore di Fabrica), è rivolto a studenti, videomaker, insegnanti, musicisti, appassionati di Cinema e Musica che vogliano cimentarsi con una delle professioni più interessanti dell’industria filmica e musicale, che ha ridefinito e arricchito il linguaggio audiovisivo.

Agli iscritti è richiesto di essere laptop muniti e di avere dimestichezza con uno o più software per l’editing audio (Audition, Logic, Cubase, Live, Pro Tools…).

Il corso si articola in 6 incontri da 3 ore che si terranno di mercoledì dalle ore 20.00 alle 23.00 a partire dal 15 Marzo 2017 presso Spazio Aereo, centro di produzione artistico multidisciplinare situato a Marghera in Via delle Industrie 27/5 all’interno del Parco Scientifico Vega.

Il costo del corso è pari ad 120 euro.

Al termine del corso, su richiesta dei corsisti, verrà rilasciato un attestato di frequenza.

Per iscriversi e per maggiori informazioni:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
AD ALÌ TERME (ME) PRENDE IL VIA IL PRIMO CICLO DEL CINEFORUM ORGANIZZATO DA BANCA DEL TEMPO DI ALÌ TERME E CIRCOLO NUOVA PRESENZA DI SANTA TERESA DI RIVA PDF Stampa E-mail
Scritto da Cinit   
Lunedì 13 Febbraio 2017 14:21

Toccherà a “Julieta” di Pedro Almodovar, prossimo Presidente di Giuria del Festival di Cannes che si terrà a maggio, inaugurare il primo ciclo 2017 del cineforum che come di consueto avrà luogo al Cinema Vittoria di Alì Terme.
Il primo degli undici film in cartellone sarà proiettato mercoledì 15 febbraio, ai consueti orari 17.00 – 19.15 – 21.30), l’ultimo il 26 aprile. “Julieta”, nel cui cast figurano Adriana Ugarte, Emma Suarez, Daniel Grao, Inma Cuesta e Rossy De Palma, ha rappresentato la Spagna nella corsa agli Oscar 2017 al miglior film straniero. La rassegna è organizzata dalla Banca del Tempo di Alì Terme e dal Circolo Nuova Presenza di Santa Teresa di Riva che quest’anno festeggia i 40 anni di attività.
Entrambi i sodalizi fanno parte della grande famiglia del CINIT Cineforum Italiano. 

 

locandina.jpg    locandina_Julieta.jpg

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 157